lunedì 27 marzo 2017

La mia Tarte au chocolat per il club del 27

 
Finalmente ci sono anche io! Si perché al primo appuntamento di questa nuova iniziativa purtroppo non sono riuscita a partecipare e la cosa mi è dispiaciuta moltissimo.
 
Potete immaginare  quanta importanza abbia per me questo progetto e sono fiera di farne parte come organizzazione e gestione, in fondo ho l’onore di possedere la tessera n. 1!
In men che non si dica siamo diventate più di 80, un numero incredibile.
Le altre mie compagne di avventura sono Francesca Carloni, a cui dobbiamo tutta la creatività del banner e delle tessere, che diciamolo sono davvero sciccosissime, Valentina De Felice, che si occupa di gran parte dell’organizzazione e niente po’ po’ di meno che la Capa, nostra signora Alessandra Gennaro, la cui mente sempre in fermento ha partorito anche questo fantastico progetto.
Ma andiamo per ordine, e comincio a spiegarvi cosa sia il Club del 27. E’ un club virtuale, un ritrovo per amiche di sempre e nuovi incontri, dove si chiacchiera di cucina e non ci si prende troppo sul serio.
Nasce da una costola dell’MTChallenge, o come meglio si direbbe oggi, è uno spin-off dell’MTC ed è dedicato a riproporre le precedenti ricette dei Temi del Mese passati.
Ogni mese infatti, una volta venuti a conoscenza della ricetta della gara, riproponiamo un Tdm del passato (e quindi legato ad una gara precedente) ma che sia da trait d’union anche con la attuale. Ogni tesserato sceglie una ricetta da riproporre, se ne discute, ci si scambiano consigli e il 27 alle 9 pubblichiamo tutti insieme.
Il post principale si trova, naturalmente, sul sito di MTC dove sono inoltre lincati tutti i blog partecipanti.
E da questo mese, squillino le trombe e rullino i tamburi, abbiamo anche la pagina facebook nuova di pacca per cui dobbiamo dire un grazie a Valentina.
Ci sentiamo gasatissime: avevamo proprio voglia di fare un passo indietro e riscoprire il piacere di ritrovarsi in compagnia per parlare di cucina, inoltre è importante rispolverare il patrimonio delle ricette del Tema del Mese, che credetemi, curandolo personalmente, posso affermare che sia davvero un patrimonio da riscoprire e da cui attingere a piene mani, omaggiando così anche il lavoro di coloro che prima di noi hanno lavorato proprio epr questo obiettivo.
E allora il tema di questo mese è Miss MTC Pie e lo trovate qui con l’elenco delle ricette.
Tra queste ho deciso di preparare la Tarte au Chocolat un po’ rivisitata, arricchendo la ricetta di base proposta, con alcuni passi di quella di Matt Moran, il talentuosissimo chef conduttore di Masterchef Australia. Il risultato è un viaggio con destinazione paradiso.
E’ una ricetta molto ricca, sia per la quantità di cioccolato sia per la panna e il burro, del resto ne basterà una fettina per mandarvi subito in orbita.
Le dosi sono per uno stampo da 40x15cm, io ho utilizzato tre stampi da 18cm e sono bastati ampiamente, perciò potete tranquillamente dimezzare le dosi per una teglia classica da 24cm. 
 



Per la sableé al cacao
320g di farina 00
60g cacao
1 pizzico di sale
160g burro freddo tagliato a tocchetti
2 uova
Per la farcia
210g coccolato fondente extra (almeno 70% cacao) tagliato a pezzetti
60g Valrhona Jivar (oppure altro cioccolato extra fondente) tagliato a pezzetti
60g burro, tagliato a tocchetti
315ml panna
2 tuorli
3 uova
Per la salsa al cioccolato (300ml)
60g cacao
200ml acqua
120g zucchero semolato (io uso ultra fine tipo Zefiro)
25g di burro a pezzetti
Per la ganache glassata
300g coccolato fondente extra (almeno 70% cacao) tagliato a pezzetti
240ml panna
300ml di salsa al cioccolato

Pre-riscaldate il forno a 180°. Versate la farina, il cacao, il sale e il burro nella ciotola della planetaria con la foglia. Azionate a media velocità fino ad ottenere un composto sbriciolato. Aggiungente le uova e azionate finché il composto sta insieme. Infarinate leggermente la spianatoia e impastate fino ad ottenere un impasto morbido. Formate un disco e riponete nel frigorifero, avvolto nella pellicola, a riposare per circa 15-20 minuti.
Stendete la sableé con il mattarello fino ad uno spessore di circa 3mm. Rivestite la teglia, facendo molta attenzione ai bordi, lasciate un po’ di pasta in più che eliminerete dopo la prima cottura. Riponete nuovamente in frigorifero per 15-30 minuti.
Ricoprite con carta da forno l’interno della teglia e versatevi il riso o i gli appositi pesetti per la cottura in bianco. Infornate e cuocete per circa 10 minuti. Estraete la teglia, eliminate il riso e pareggiate i bordi passandovi sopra con il mattarello e livellateli. Infornate nuovamente per circa 5-10 minuti.
Preparate la farcitura: versate il cioccolato e il burro in una ciotola e versatevi sopra la panna portata a bollore in un pentolino. Lasciate riposare un minuto e mescolate finché il cioccolato sarà completamente sciolto e il composto risulterà setoso. Incorporate prima i due tuorli e successivamente le uova, uno alla volta, finché non saranno completamente amalgamanti e il composto sarà cremoso.
Abbassate il forno a 160°. Versate il composto nel guscio di sableé e cuocete per circa 25 minuti o comunque finché non risulterà fermo al tocco. Lasciate raffreddare  temperatura ambiente.
Nel frattempo preparate la glassatura. Prima occupatevi della salsa. Scaldate a fuoco medio acqua, cacao e zucchero e mescolate finché quest’ultimo non si sarà completamente dissolto, portate e bollore. Aggiungete il burro, mescolate per amalgamare. Togliete dal fuoco e passate al staccio per eliminare eventuali residui di zucchero. Tenete da parte.
Mettete il cioccolato in una ciotola, portate la panna a bollore e versatela sopra al cioccolato, Lasciate riposare un minuto poi mescolate finché sarà ben amalgamato e il cioccolato sciolto. Aggiungete ora la salsa al cacao e mescolate. Dovreste ottenere una bella glassa setosa e lucida.
Versatela nel guscio sopra alla farcia e livellate il più a filo possibile. Lasciate raffreddare e decorate a piacere.

 

 

Ultime Ricette